La scuola elementare nell'800

Sabato 12 novembre Villa Smeraldi di San Marino di Bentivoglio ospita un convegno sul tema dell’insegnamento elementare nel territorio della piana bolognese tra 800 e 900.
Maria Tasini (direttrice della Biblioteca comunale di Pieve di Cento) e Silvia Pinardi (presidente di Libera Università) esporranno i risultati delle loro ricerche sulla situazione a Pieve di Cento.

L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative per il 150° dell’Unità d’Italia e vede la partecipazione di Biblioteche Associate.

Le relazioni relative a Pieve di Cento

a cura di Maria Tasini:

Verso l’istruzione pubblica: il complicato rapporto tra l’ordine dei Padri Scolopi, l’autorità pubblica e la comunità locale: il caso di Pieve di Cento nel 1859 ()

L’occasione offertaci dal progetto “Tutti a scuola? l’insegnamento elementare nella pianura bolognese tra Ottocento e Novecento”, nel contesto più vasto delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, ci ha stimolato ad indagare un aspetto specifico della realtà locale, legato al ruolo che l’ordine religioso dei “Poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie”, meglio noti come Padri Scolopi, ebbe nell’istruzione a Pieve di Cento.

Abbiamo scelto di focalizzare la nostra attenzione sull’anno 1859,quale anno significativo per il compiersi della prima fase del processo di unificazione in Italia.

Attraverso un interessante documento d’archivio Risposte ai quesiti del Ministero dell’Istruzione da parte della Commissione Provvisoria di Pieve, abbiamo l’opportunità di fotografare la situazione scolastica pievese di quel periodo.

Alla ricerca ha collaborato Tiziana Melloni

a cura di Silvia Pinardi:

VOCE FUORI DAL CORO: MARIA SANSOVINI (FORLI’ 1883-1957)

Nel corso delle le ricerche d’archivio sulla scuola pubblica, Silvia Pinardi  si è  imbattuta in una figura di maestra che ha attirato la sua attenzione, per il suo carattere ribelle e la determinazione dimostrata, in tempi in cui la maggioranza delle persone obbediva e basta, comportamento che poi le rovinerà la carriera, almeno negli anni in cui fu a Pieve

Attraverso i documenti presenti nell’archivio storico comunale e ricerche sia presso l’Università di Bologna, sia presso il Comune di Forlì, ha ricostruito la storia di questa interessante figura  che insegnò a Pieve  negli anni venti.

PROGRAMMA del convegno

ore 9.15

Inaugurazione della mostra: Penna, inchiostro e calamaio. Un’aula scolastica della prima metà del Novecento

Intervengono:

Beatrice Draghetti – Presidente della Provincia di Bologna

Roberto Farnè – Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna

Vladimiro Longhi – Presidente dell’Unione di Comuni Reno Galliera

Fabrizio Sarti – Presidente dell’Istituzione Villa Smeraldi

ore 9.45

Mirella D’Ascenzo Università di Bologna: Storia e storie della scuola nell’Italia unita. Le ragioni di una ricerca sulla pianura bolognese

Comunicazioni su casi di studio:

Lorenza Servetti, Annalisa Sabattini: Budrio

Magda Barbieri: Castello d’Argile

Tullio Calori: Molinella

Maria Tasini, Silvia Pinardi: Pieve di Cento

Anna Fini: San Giorgio di Piano

Presiede: Tiziana Pironi Università di Bologna

ore 13.00

Polenta, caldarroste e vino nuovo – a cura dell’Associazione Gruppo della Stadura

ore 14.00

Francesco Fabbri Associazione Gruppo della Stadura: Diventare maestri. La Scuola Normale Maschile di Bologna (1861-1880)

Comunicazioni su casi di studio:

Anna Maria Martinuzzi: Argelato

Gastone Quadri: Baricella

Elisabetta Zambelli: Bentivoglio

Silvio Fronzoni: Tra Castel Maggiore e la città

Franco Ardizzoni: Galliera

Presiede: Mirella D’Ascenzo Università di Bologna

ore 16,15

L’obbligo scolastico oggi

Tavola rotonda con la partecipazione di Claudio Magagnoli – Servizio Scuola della Provincia di Bologna

Elena Accorsi – Istituto comprensivo di San Pietro in Casale

Eugenia Lodini – Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna

Giancarlo Sacchi – Centro di documentazione educativa di Piacenza

… scarica il pieghevole>>

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.