Manufatti artigiani

Marco Sgarbi_messa_in_scena_Foto_Chiara_Ferrin

L’associazione culturale Arkadis, dopo la chiusura della ricca stagione di prosa, giunta quest’anno alla decima edizione e organizzata presso il Teatro Comunale di Occhiobello, in attesa della prossima programmazione, continua l’attività di produzione di Manufatti artigiani, un progetto teatrale ideato e diretto da Giulio Costa, dedicato al lavoro dell’uomo: una serie di atti unici, o più precisamente, un catalogo di mestieri che possono essere presentati singolarmente, in sequenza o in simultanea. Due di questi saranno replicati nel mese di maggio: Messa in scena (Progetto speciale selezionato tramite il bando “I Teatri del Sacro” 2011) verrà rappresentato il 13 maggio presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo a Roma e il 21 e 22 maggio al teatro CRT di Milano; mentre Giro solo esterni con aneddoti (Premio “Dante Cappelletti” 2011) andrà in scena il 25 maggio nell’ambito del festival stArt Up di Taranto.

Questi due Manufatti, entrambi interpretati dall’attore Marco Sgarbi, sono due variazioni attorno a un medesimo tema: il rapporto dell’uomo con l’attività che svolge e che viene osservata nella sua intima e irrisolta contraddizione fra materialità e ineffabile, fra quotidianità e infinito. In Messa in scena un uomo dice la messa, mettendo a nudo tutta l’elusività del sacro; in Giro solo esterni con aneddoti una guida turistica si addentra nei meandri di una città che non c’è. Il denominatore comune a tutti i Manufatti è una drammaturgia che evoca un’intera esistenza e che è anche metafora dell’atto teatrale: spazio scenico vuoto; entra un artigiano e lo occupa con i suoi strumenti di lavoro; svolge la propria attività; al termine, sgombra il palcoscenico, lasciando la testimonianza della propria occupazione. Il teatro diventa la doppia lente attraverso il quale attori e spettatori si interrogano sulla natura umana.

La dislocazione di un mestiere all’interno del palcoscenico e l’esasperazione della pratica lavorativa (per rientrare nei tempi della rappresentazione) hanno lo scopo di palesare il triste declino delle attività artigianali, sempre più costrette a competere con il virtuale che avanza e a subire le regole

di produzione del presente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...