Asta pro ricostruzione

91 artisti da tutto il mondo hanno donato le loro opere che verranno battute a Modena mercoledì 27 giugno in un’asta condotta da Sotheby’s.

Il catalogo dell’asta è disponibile online.

Luigi Ghirri, Contarina, verso la foce del Po, 1988, courtesy Eredi Ghirri

In seguito al terremoto che ha colpito Modena e il suo territorio con conseguenze drammatiche e interi paesi ancora da ricostruire, Fondazione Fotografia-Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e la Galleria Civica di Modena intendono dare il loro contributo e sostenere i principali interventi richiesti per la ricostruzione di scuole e del patrimonio artistico.

Per testimoniare la vicinanza del mondo dell’arte agli abitanti delle zone colpite dal terremoto Fondazione Fotografia e Galleria Civica organizzano un’asta di beneficenza il prossimo mercoledì 27 giugno 2012 i cui proventi saranno interamente destinati alla ricostruzione di quelle strutture – scuole, biblioteche, centri culturali – che operano nell’ambito della cultura e nella didattica. L’asta, patrocinata dalla Soprintendenza per i Beni storici e architettonici di Modena e Reggio Emilia, si svolgerà a partire dalle ore 20 nei locali dell’ex-ospedale Sant’Agostino di Modena e sarà condotta da Filippo Lotti, Amministratore Delegato di Sotheby’s.

Artisti e gallerie di ogni parte del mondo sono stati invitati a donare una o più opere che verranno battute all’asta e tantissime sono state le adesioni. Si tratta in grandissima parte di fotografie, tra le quali numerose opere uniche e vintage print.

Le opere in asta potranno essere visionate presso l’ex Ospedale Sant’Agostino di Modena:

lunedì 25 e martedì 26 giugno dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19

mercoledì 27 giugno dalle 16 alle 19.30

Il catalogo online delle opere in asta è disponibile a questo link

È possibile inviare una propria offerta anche a distanza: basta inviare prima della data dell’asta l’apposito modulo di offerta, scaricabile dal sito.

Annunci

One thought on “Asta pro ricostruzione

  1. Grande partecipazione all’asta benefica promossa da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena-Fondazione Fotografia e dalla Galleria civica di Modena in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia che si è tenuta mercoledì scorso nella sede dell’ex Ospedale Sant’Agostino alla presenza di intenditori, collezionisti e appassionati di fotografia. Il battitore di Sotheby’s Filippo Lotti ha “piazzato” quasi tutti i 91 lotti per un ricavo complessivo di 115 mila euro destinati al restauro di opere d’arte danneggiate dal terremoto.
    L’opera che ha raggiunto una maggiore quotazione – 7500 euro – è stata “Il tuffatore”, una foto del 1951 del bolognese Nino Migliori. Buona anche la quotazione finale delle due fotografie di Franco Fontana: “Basilicata” del 1986, e “Ibiza” del 1992, battute a 4700 euro. “U.A.P. Walker”, New York, 1978 di Hiroshi Sugimoto (nella foto) è stata assegnata a 3 mila euro. Molte le offerte giunte on line nei giorni scorsi e molti i rilanci via telefono nel corso dell’asta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...