Link: La democrazia è organizzazione

La democrazia è organizzazione

Ne abbiamo prova quando constatiamo che le classi dominanti non hanno mai, e sottolineo mai, rinunciato ad organizzarsi e a coordinarsi, con l’obiettivo di distorcere, fuorviare, ingannare, turlupinare le classi popolari, spesso promuovendo e sostenendo organizzazioni che fittiziamente si presentavano come loro paladine. E dunque, se il “nemico” non rinuncia ad organizzarsi, e al giorno d’oggi ne abbiamo prove inconfutabili, perché mai le classi dominate dovrebbero rinunciare a ciò e adottare lo slogan “uno-vale-uno“? Come possiamo farci sedurre da uno slogan così bambinesco? 

Annunci

One thought on “Link: La democrazia è organizzazione

  1. E’ un’élite, un nuovo clero di intellettuali ed opinionisti, che ogni giorno mercifica nella scatola televisiva il corpo della donna, nei reality le vite della gente comune, è nelle pubblicità che si pervertono i nostri parametri di interpretazione del reale. E’ l’élite ad aver procreato nel corso del tempo una nuova Weltanschauung eversiva, improntata sull’antropologia hobbesiana, per cui l’uomo deve sopraffare l’uomo per garantire i propri interessi, e ad averla estesa a tutte le forme dell’esistente. Il mito del progresso liberale è quindi un’ideologia post-rivoluzionaria, ma sempre dirompente, desacralizzante, annichilente. Si può ancora essere rivoluzionari, contro un’ideologia rivoluzionaria?
    http://www.lintellettualedissidente.it/contro-lelite-rivoluzionaria-la-logica-della-dissidenza/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...