Cuba

di Paul Craig Roberts.
La normalizzazione delle relazioni con Cuba non è il risultato di una svolta diplomatica o di un cambiamento di sentimenti da parte di Washington. La normalizzazione è il risultato della ricerca di profitti a Cuba da parte delle corporation statunitensi, come ad esempio lo sviluppo di mercati Internet a banda larga.
Prima che la sinistra americana e il governo cubano gioiscano per la normalizzazione, dovrebbero considerare che con la normalizzazione arrivano la moneta americana e un’ambasciata americana.
La moneta americana prenderà il controllo dell’economia cubana. L’ambasciata sarà sede di agenti della CIA col compito di sovvertire il governo cubano.
L’ambasciata fornirà una base da cui gli USA potranno installare ONG i cui membri creduloni potranno essere portati in strada a protestare al momento giusto, come a Kiev, e l’ambasciata permetterà a Washington di formare un nuovo pacchetto di leader politici.
In breve, la normalizzazione delle relazioni vogliono dire per Cuba cambiamento di regime. Tra poco Cuba sarà un nuovo stato vassallo di Washington.

Forse è vero che a Cuba non c’è il paradiso
che non vorremmo essere in Cina a coltivare riso
che sempre più spesso ci si trova a dubitare
se in questi anni non abbiamo fatto altro che sognare.

E` che viviamo in un momento di riflusso
e ci sembra che ci stia cadendo il mondo addosso
che tutto quel cantare sul cambiar la situazione
non sia stato che un sogno o un’illusione.

Ma no non è un’utopia,
non è uno scherzo della fantasia,
no non è una bugia,
è solo un gioco dell’economia.

E se in questi anni tanti sogni son sfumati,
in compenso tanti altri li abbiamo realizzati.
C’è chi silenziosamente si è infiltrato dentro al gioco
e ogni giorno lentamente lo modifica di un poco.

Ed è normale che ci si sia rotti i coglioni
di passare la vita in dibattiti e riunioni
e che invece si cerchi di trovare
nella pratica un sistema per lottare.

Ma no non è un’utopia,
non è uno scherzo della fantasia,
no non è una bugia,
è solo un gioco dell’economia.

http://www.angolotesti.it/E/testi_canzoni_eugenio_finardi_3249/testo_canzone_cuba_117059.html

Annunci

One thought on “Cuba

  1. Va ancora con­si­de­rato che una linea di poli­tica eco­no­mica costante per­se­guita da vari governi Usa è quella di sca­ri­care i loro pro­blemi sugli altri paesi, o, comun­que, di non tenere conto degli inte­ressi nean­che dei loro alleati. Così abbiamo a suo tempo regi­strato come il sistema finan­zia­rio sta­tu­ni­tense abbia ceduto all’Europa circa la metà dei titoli sub­prime a suo tempo pro­dotti, con­ta­gian­dola, o come oggi l’establishment del paese aggravi la situa­zione del nostro con­ti­nente sca­ri­cando inte­ra­mente su di esso le con­se­guenze delle mano­vre in Ucraina. E ricor­diamo solo di pas­sag­gio gli spre­giu­di­cati inter­venti sul dol­laro (The dol­lar is my money and your problem).
    http://ilmanifesto.info/usa-brucia-la-classe-media/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...