Coma sociale e bancarotta

tuttavia l’eradicazione delle capacità di reazione politica del Paese (tema reale dell’esperimento), fa sì che che ancora si stia a traccheggiare come se la situazione fosse molto meno grave di quella che è per non parlare dei citrulli che ancora credono a un miglioramento

Il simplicissimus

Grafico Debito - PilL’Italia è stata senza accorgersene il laboratorio della crisi e del nuovo ordine, quello dove i dottor Mabuse di Bruxelles, Berlino, Washington e Wall Street hanno sperimentato da una parte la distruzione dell’odiato stato sociale e l’assorbimento coloniale dell’apparato industriale, dall’altro la sperimentazione  della cancellazione della politica e la sua sostituzione con una “machina” teatrale sostenuta e interpretata dai media. L’esperimento è perfettamente riuscito: gli italiani non si sono nemmeno accorti del disegno generale e sono corsi scompostamente a difendere le loro corporazioni reali e/o mentali oltre che il loro guicciardinesco “particulare”. Naturalmente hanno perso sempre e comunque non avendo altra aspirazione se non la salvezza personale e soltanto ora, quando comincia a delinearsi il redde rationem, si affaccia l’idea che non siano state la Spagna o la Grecia o l’umbratile Portogallo ad essere nella provetta del dottor Liberista Pazzo, ma proprio il Bel Paese.

Il grafico che ho prodotto ( per…

View original post 462 altre parole

Annunci

3 thoughts on “Coma sociale e bancarotta

  1. Anche negli altri partiti, i “giovani”, o erano considerati “sicuri” sotto l’aspetto della continuità, oppure non avevano scampo: nessun vero innovatore giunse ad essere classe dirigente in quegli anni.
    L’illusione dell’eternalismo è sempre viva nell’animo umano: perché domani non può andare come ieri? Questo fu il grande errore dei nostri padri: credere che quel modo di concepire la politica fosse perfetto, che tutto sarebbe andato sempre così.
    http://carlobertani.blogspot.com/2016/03/elezioni-agoniche.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...