La nuova via della seta

Il corridoio trasformerà le economie dell’Eurasia dalla Russia all’India collegata nella Shanghai Cooperation Organization (SCO). I membri della sempre più strategicamente importante SCO sono Cina, Kazakistan, Kirghizistan, Russia, Tagikistan e Uzbekistan. Quest’anno India e Pakistan aderiranno formalmente alla SCO e si prevede che l’Iran, attualmente osservatore ufficiale, avrà offerto la piena adesione entro la fine dell’anno, ora che le sanzioni sono state tolte.

Il Presidente cinese Xi Jinping ha annunciato il sostegno alla piena adesione dell’Iran negli importanti colloqui a Teheran nel gennaio 2016, dove i due decidevano la formale partecipazione iraniana nel progetto Cintura e Via economica della Nuova Via della Seta sull’Eurasia dalla Cina di Xi. Ora, con il Corridoio Teheran-Mosca si chiude il Triangolo d’Oro Pechino-Teheran-Mosca; un importante progresso economico e geopolitico.

viadellaseta

L’economia del corridoio dei trasporti
Il completamento del Corridoio dei trasporti Nord-Sud trasformerà in modo significativo lo spazio economico dell’Eurasia. Il corridoio sarà una moderna via marittima e ferroviaria per trasportare merci tra India, Iran, Azerbaigian, Russia, Asia centrale e potenzialmente Stati europei se dovessero mai rinsavire abbandonando il governo guerrafondaio ucraino e le sanzioni alla Russia, alleviando le economie in difficoltà dell’Unione europea. Il nuovo corridoio collegherà alcune delle più grandi città del mondo come Mumbai, Mosca, Teheran, via porto sul Caspio di Bandar Anzali in Iran e da lì al porto di Astrakhan in Russia, alla foce del grande fiume Volga. Nel 2014 furono testate due rotte. La prima da Mumbai a Baku attraverso il porto dell’Iran presso lo Stretto di Hormuz, importante collo di bottiglia dei flussi di petrolio e gas dal Golfo Persico. Il secondo da Mumbai al porto di Astrakhan via Bandar Abbas, Teheran e porto di Bandar Anzali. Lo scopo era individuare e affrontare le principali strozzature. Significativamente, lo studio ha dimostrato che i costi dei trasporti India-Russia verrebbero ridotti di “2500 dollari ogni 15 tonnellate di carico“. Uno studio della Federazione delle Associazioni Spedizionieri indiana trovò che la rotta, era “il 30% meno costosa e il 40% più breve di quella attuale“. La rotta attuale va da Mumbai a Mar Rosso e Canale di Suez, attraversa Mediterraneo, Gibilterra e Canale della Manica fino a San Pietroburgo e Mosca. Uno sguardo alla mappa rivela come tale rotta sia strategicamente vulnerabile, per la possibile interdizione da NATO e Stati Uniti. Il colpo di Stato degli Stati Uniti nel febbraio 2014 in Ucraina, l’installazione di accoliti del dipartimento di Stato degli Stati Uniti, oligarchi corrotti “pro-Washington” e neonazisti, per perturbare le relazioni tra Russia e UE, momentaneamente misero in secondo piano il piano sul Corridoio Nord-Sud. Ora, con il concretizzarsi nella realtà eurasiatica del Grande progetto Cintura e Via della Cina, l’adesione del corridoio Iran-Azerbaigian-Russia crea uno spazio economico, politico e militare coerente ed integrato che potrebbe presto avviare ciò che gli storici futuri chiameranno secolo eurasiatico, mentre il secolo americano e la sua egemonia mondiale post-1944 si sbriciola come l’impero romano nel IV secolo d.C.

https://aurorasito.wordpress.com/2016/05/08/russia-iran-e-azerbaigian-si-accordano-sul-corridoio-strategico/

Annunci

4 thoughts on “La nuova via della seta

  1. Probabilmente sarà una via d’uscita per l’Europa, che dovrebbe quindi sciogliere il suo legame con gli USA, che al momento usano l’Europa come lavanderia per panni sporchi: immigrazione, ecc. Finché l’Inghilterra resta nell’UE, ciò non accadrà; ma c’è caso che non ci resti per tanto (ai giovani sta sul culo che arrivino tanti immigrati laureati dall’Italia).

    Gli USA dovrebbero poi rimettere in discussione le loro sfere d’influenza; del resto, è finita un’epoca…

  2. Le navi da guerra della marina USA hanno rinunciato a scortare le navi commerciali che attraversano lo stretto di Hormuz dopo che l’Iran aveva minacciato di bloccare “qualsiasi passaggio minaccioso” di navi da guerra sulla sua zona. Sulla pagina web di Voice of America (VOA), il colonnello Steve Warren, del Dipartimento della Difesa, ha informato che le navi da guerra USA hanno annullato il loro programma di scorta delle navi battenti bandiera statunitense e britannica.
    http://www.controinformazione.info/la-flotta-usa-rinuncia-allo-spiegamento-di-navi-da-guerra-nel-golfo-persico-dopo-le-avvertenze-delliran/

  3. Se quest’analisi è esatta, le guerre in Siria, Iraq e Ucraina finiranno solo quando la Russia e la Cina avranno reso sicura un’altra rotta commerciale verso l’Europa occidentale. A questo proposito, osserviamo gli sforzi statunitensi per far pendere la Bielorussia verso il loro campo, dopo averla combattuta così a lungo: un modo per estendere la striscia parafuoco ucraina e garantirsi una divisione ermetica tra Europa occidentale e orientale. In questa prospettiva, i negoziati commerciali che gli Stati Uniti hanno intrapreso con l’Unione Europea (TTIP) e con ASEAN (TPP), non hanno come scopo un rafforzamento dei loro scambi, ma piuttosto quello di escludere la Russia e la Cina dai mercati.
    http://www.controinformazione.info/la-politica-estera-usa/

  4. Sembra che diversi scenari su una “successione” vengano attuati. Una sorta di prova generale per testare la resistenza del regime del Presidente, ben lontano dall’essere antiamericano, N. Nazarbaev, vedendo quali tipi di azione siano più efficaci o come combinarli. Vedere come il regime reagisce e quali siano i suoi limiti. Tali informazioni permettono di adattare alle esigenze locali le ben collaudate tecnologie delle “grandi rivoluzioni popolari democratiche pro-europee”, di cui si conoscono i risultati disastrosi nei Paesi che hanno avuto la debolezza di accettare.
    https://aurorasito.wordpress.com/2016/06/08/tentato-golpe-in-kazakistan/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...