Missili in giardino

Appena due settimane fa, è scoppiato un enorme scandalo all’interno di un’altra ‘unione’, poiché la Germania ha sbattuto la porta in faccia alla NATO a causa dell’atteggiamento guerrafondaio di quest’ultima, distruggendo il racconto di finzione secondo il quale l”innocente’ NATO stava semplicemente reagendo alle provocazioni dei malvagi russi. Inoltre, poiché la NATO ha accelerato l’accerchiamento della Russia, con soldati britannici dispiegati in Estonia, soldati statunitensi che operano in Lettonia e soldati canadesi in Polonia, mentre le unità di combattimento sono aumentate nel Mediterraneo…

http://vocidallestero.it/2016/07/03/zerohedge-email-trafugate-confermano-che-la-nato-preme-per-lescalation-del-conflitto-con-la-russia/

Annunci

4 thoughts on “Missili in giardino

  1. L’irresponsabilità americana e dei suoi zombi europei conta che a tenere la testa a posto saranno i generali russi, e Putin che conosce la schiacciante superiorità militare (almeno come volumi e costi) della NATO. D’altra parte, il rischio di una guerra sul territorio europeo non appare una tragedia, vista da Washington. La sua esperienza storica glielo dice. Il giornalista John Walsh ha spiegato perché, mostrando le semplici cifre delle vittime della seconda guerra mondiale.

    Unione Sovietica vi ha perso 27 milioni di abitanti, ossia il 14% della popolazione. La Germania, 7 milioni (8,5%). La Polonia, 7 milioni (il 17% della popolazione). La Yugoslavia, 1,5 milioni (il 9%).

    E gli Stati Uniti? La guerra l’hanno fatta lontano da casa- nella seconda guerra mondiale, in Europa, hanno perso 419 mila uomini Lo 0,32 per cento della loro popolazione. La guerra per loro, è un buon affare, un modo di rimettere in moto l’economia e tenere assieme “alleati” che stanno allontanandosi.

    Walsh ricorda quel che disse nel 1941 il futuro presidente Usa Harry Truman, allora senatore, della guerra scoppiata in Europa: “Se vediamo che la Germania sta vincendo, dovremmo aiutare la Russia; e se è la Russia che sta vincendo, dobbiamo aiutare la Germania, e in modo che ne ammazzi il più possibile”.

    Merkel e Mogherini sono d’accordo.
    http://www.maurizioblondet.it/mogherini-merkel-la-ue-coincide-la-nato/

  2. Facile pensare che il Governo di Kiev stia preparando una nuova offensiva contro le formazioni indipendentiste che si trovano sulla linea di divisione per abbattere le difese ed avanzare nei territori controllati dagli indipendentisti. Sarà poi normale per il Governo di Kiev scaricare la responsabilità sugli autonomisti e su fantomatiche truppe russe, accusando Mosca di aggressione, con l’appoggio di tutti i media occidentali, secondo un copione già sperimentato nel conflitto fra il 2014 ed il 2015. Questa probabile nuova offensiva potrebbe far precipitare la situazione e provocare l’intervento di Mosca in difesa dei russi del Donbass. Inevitabilmente questa volta sarebbe coinvolta la NATO che ha già assicurato il suo appoggio al Governo di Kiev ed i contingenti di truppe stanziati in prossimità dell’Ucraina in Polonia. Inevitabile quindi un allargamento del conflitto.
    http://www.controinformazione.info/preparativi-di-guerra-nellucraina-di-poroshenko/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...