Complottismo di Stato e di governo

per questo occorre intervenire d’urgenza ed evocare complotti, riempire i vuoti di comprensione, confondere, cambiare le indicazioni stradali perché i cittadini non rischino di prendere la strada giusta.

Il simplicissimus

FRANCE-ATTACK-POLICE Sandra Bertin 

Ricordate quando l’informazione mainstream si scagliava contro il complottismo, includendo in questa categoria anche la semplice divergenza di idee e opinioni oppure la sottolineatura di contradizioni e incongruità nelle versioni ufficiali? Dovreste ricordarlo perché questo era fino a un mese fa. Poi improvvisamente proprio queste “voci della verità” si sono trasformate in complottiste, cominciando a spargere veleni senza alcuna credibilità o pezza d’appoggio. Il fatto è che il trompe l’oeil costruito accuratamente e in maniera apparentemente razionale sulla realtà, rischia di creparsi e di mostrare le impalcature di Matrix, per questo occorre intervenire d’urgenza ed evocare complotti, riempire i vuoti di comprensione, confondere, cambiare le indicazioni stradali perché i cittadini non rischino di prendere la strada giusta.

Lo squarcio nell’impianto della narrazione è stato tale da richiedere il contemporaneo ricorso al complottismo per vicende diversissime che illustrano di che lacrime, di che errori e di quali cinismi grondino gli arcana imperi. Fallito il…

View original post 820 altre parole

Annunci

5 thoughts on “Complottismo di Stato e di governo

  1. In risposta all’attacco di Nizza il Presidente Hollande, oltre ad aver prorogato lo “stato di emergenza”, ha ordinato nei giorni scorsi un bombardamento aereo dei caccia francesi in Siria e questo è stato effettuato su una località, al-Kubra Toukhan, dove erano presenti soltanto civili, in prevalenza donne e bambini, dove si sono avute oltre 120 vittime, da sommarsi a quelle causate dall’aviazione USA che nello stesso giorno ha bombardato a Manbij, causando oltre 60 vittime civili. Il rappresentante siriano ha espresso la sua riprovazione contro l’azione francese in sede ONU ed ha richiesto energicamente la condanna di questo episodio. Da più parti il Presidente Hollande è stato apostrofato come “assassino, assassino”, considerando anche la sua confessata complicità nell’aver armato i gruppi terroristi in Siria.
    http://www.controinformazione.info/ultimora-nuovo-attacco-in-francia-con-presa-di-ostaggi-a-saint-etienne-du-rouvray/

  2. Da lì l’idea (che qui avevo raccontato con particolari un paio di mesi fa, definendola “il capolavoro diplomatico di Obama”) di convocare sia Sanders che la Clinton alla Casa Bianca e chiudere il seguente accordo: la Clinton nominava come sua vice Elizabeth Warren, esponente di punta del liberalismo progressista radicale, nemica delle banche e della finanza, pacifista e femminista, garantendosi in cambio il totale appoggio dei tifosi di Sanders. Una badante di quel genere avrebbe sedotto l’elettorato di sinistra. Tutti d’accordo, quindi. Infatti, venne siglato il patto. Venti giorni fa, Bernie Sanders dichiarava solennemente il suo incondizionato appoggio alla Clinton. Era fatta, quindi. Macchè. Neanche per sogno. La signora Clinton, campionessa del neo-liberismo statunitense, approfittando della concomitanza di Dacca, Brexit, Nizza, Erdogan, virava di 180 gradi, rompeva il patto sancito e la notte del 22 Luglio annunciava di aver “scelto” il suo vice: senatore Tim Kaine, già governatore dello Stato della Virginia.
    http://www.libero-pensiero.net/paradosso-del-boomerang/

  3. Perché c’è il tentativo orchestrato di accusare preventivamente la Russia di manipolare il voto degli Stati Uniti? E senza alcuna prova che la Russia abbia mai tentato di farlo? Ci sono già piani per tali manipolazioni che abbisognano di un colpevole estero plausibile per occultarli? O c’è una rivoluzione colorata in preparazione per screditare il vincitore delle elezioni?https://aurorasito.wordpress.com/2016/07/29/le-accuse-alla-russia-servono-ad-occultare-i-brogli-elettorali-negli-usa/

  4. Oggi non parliamo più di “pericolo rosso”, ma di “minaccia islamica”. E la gente approfitta delle emozioni legittime causate dagli attacchi per minare le libertà civili, mantenere di popolazioni in uno stato d’ansia e impedire qualsiasi dibattito su centinaia di migliaia di morti civili commesse dalla NATO e dalle forze armate americane, francesi, inglesi, ecc. in Medio Oriente.

    Come ho già indicato nel mio ultimo video di attualità, le fonti più attendibili indicano che la pretesa “lotta contro il terrorismo” ha causato più di 1,3 milioni di morti civili in Medio Oriente in 10 anni.

    Fonti (tra le altre):

    http://www.lesoir.be/…/13-million-morts-vrai-bilan-guerre-c… e http://www.itele.fr/…/13-million-de-civils-seraient-morts-d… ]

    I francesi devono riflettere sul fatto che i popoli dell’Iraq, della Libia, della Siria, non ci avevano fatto assolutamente niente fino a quando i paesi della NATO non hanno iniziano a bombardarli – con la scusa della rappresaglia per gli attentati dell’11 settembre negli Stati Uniti d’America – ma molto più sostanzialmente per consentire alle grandi compagnie petrolifere e finanziarie occidentali di appropriarsi delle loro ricchezze.
    http://vocidallestero.it/2016/08/05/cosa-ce-dietro-gli-attentati-terroristici/

  5. La scoperta di Saumur non può che rafforzare chi pensa che gli attentati siano manipolazioni per terrorizzare la popolazione francese, avere capri espiatori e mantenere sempre la Francia in stato di emergenza. Tali ipotesi sembrano scandalose per certuni. Ma è proprio questo tipo di ipotesi che l’attuale inquilino dell’Eliseo presentò nel 2009, in una intervista a John Paul Lepers.
    In questa intervista, il futuro presidente senza mezzi termini disse: “C’è una sorta di deriva sicuritaria che giustifica leggi sempre più repressive, a nome di una minaccia reale a volte, e a volte virtuale o addirittura inesistente. (…) Penso che abbiamo a fare con abbastanza terrorismo vero per inventarne uno inesistente (…) forse per mostrare un’efficienza che, in altri campi, economico e sociale, non è necessariamente presente“. I francesi non hanno dimenticato il gusto di certi nostri capi ad usare gli sporchi trucchi dell’intelligence, come nel “Caso Rainbow Warrior“. Il caso della Rainbow Warrior ci dimostrò che i capi possono prendere decisioni illegali e criminali (con la perdita di vite) ed avere il coraggio di mentire sfacciatamente al pubblico. L’UPR ritiene, istruiti dall’esperienza, che deputati e senatori debbano urgentemente creare una commissione parlamentare d’inchiesta per chiarire i misteri di tale caso.
    https://aurorasito.wordpress.com/2016/09/29/misteriosa-false-flag-a-saumur-francia/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...