E l’Italia festeggia

 In realtà il 30 gennaio scorso  esso è stato solo completato dal vertice informale del Consiglio europeo, con la Gran Bretagna e la Repubblica ceca che si sono tirate fuori. Ed ecco perché la versione pubblicata sul sito del Consiglio, e che ho tradotto e commentato, portava la data del 31 gennaio 2012 e differiva dal draft, ambedue del resto circolano unicamente in lingua inglese, contrariamente a quanto prescritto dai trattati.

Inoltre esso entrerà in vigore  non appena lo avranno ratificato almeno 12 Stati membri dell’eurozona  Dodici, capito??? Nella forma di trattato internazionale sarà legalmente vincolante con lo scopo di incorporarlo nelle leggi comunitarie entro 5 anni dalla sua entrata in vigore. cfr. http://www.european-council.europa.eu/home-page/highlights/the-fiscal-compact-ready-to-be-signed-%282%29?lang=en

In breve, non se ne parla o pochissimo nella stampa, di un trattato internazionale – neanche metodo intergovernativo – su cui nessun organo democratico può esercitare un vero controllo e poi si stabilisce contrariamente a qualsiasi regola di democrazia, che entrerà in funzione non appena 12 Stati membri lo avranno ratificato per poi integrarlo nei trattati UE – ora per le modifiche dei trattati la procedura doveva essere all’unanimità e con una conferenza intergovernativa. Ora se leggete quel trattato vi renderete conto che non si tratta unicamente di una modifica costituzionale, nazionale ed europea, effettuata come se fosse un semplice trattato internazionale commerciale, ma che riguarda l’essenza stessa dell’Unione, il suo consacrarla perpetuamente a regime di neo nazismo finanziario/fiscale, di tipo bancassicurativo, dove il banco vince sempre.
Contrario alla democrazia, contrario alla solidarietà, contrario all’autodeterminazione dei popoli, contrario alle stesse innumerevoli norme UE sulla concorrenza – poiché sancisce il monopolio della cupola finanziaria della trilaterale – contrario alle  stesse forme UE di modifica costituzionale, contrario e incompatibile con quella sussidiarietà di cui tutti si riempiono la bocca – e cioé il principio che ciò che non può essere legiferato a livello europeo lo dev’essere a livello locale – contrario ai diritti dell’uomo, contrario all’uomo stesso. Una mostruosità generata da un corpo tecnocratico impazzito che non deve rendere conto a nessuno tranne che a un gruppo di lobby che rappresentano gli interessi dei finanzieri del bilderberg, della trilaterale e del Council of Foreign Relations, per citare i primi tre, che poi gira che ti rigira, questi proliferano per gettare polvere negli occhi, ma sono sempre gli stessi che tirano le fila.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.