India

La concorrenza creata da questa liberalizzazione mette ovviamente in grande difficoltà i piccoli e e anche i medi produttori i che non riescono ad essere competitivi quanto le grandi aziende. Quest’ultime perciò acquistano le terre dei contadini in fallimento che non riescono più a saldare i debiti e così questi nuovi diseredati sono costretti a migrare verso le città per cercare un nuovo lavoro in un settore non agricolo e spesso pagato al livello di fame. Un fenomeno presente anche in altre aree del mondo basti pensare che nell’ultimo anno Bill Gates è diventato uno dei maggiori proprietari terrieri degli Usa, visto che il controllo della produzione alimentare sarà un fattore chiave nel mondo post pandemico.

Ma comunque in India possiamo scorgere più chiaramente gli echi del reset e della guerra alla piccola economia, con misure legislative che colpiscono le attività economiche medie e piccole affinché possano essere assorbite dalle grandi, creando così grandi sacche  di disoccupazione e di povertà. ma la cosa ancora più visibile è che dal novembre scorso in India si sono succedute ondate di manifestazioni di contadini, con cortei di milioni di persone, per un totale che per tutto il Paese sta fra i 250 milioni e i 300 milioni di manifestanti, tutti senza nessuna mascherina e ovviamente senza distanziamento. Questo avrebbe dovuto provocare una immensa strage tenendo per buoni gli assurdi concetti guida segregazionisti con cui si cerca di smantellare il sistema di libertà, eppure l’India è uno dei Paesi dove il Covid ha fatto meno presunte vittime in rapporto alla popolazione: 10 ogni 100 mila abitanti contro le 112 in Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.