Il gioco e la scienza

Porte
Aperte al
Polo
Scientifico

Tecnologico
Ferrara

La Terra dell’Orso – e natura
Via Canonica, 1 – 44100 – FERRARA
tel. 0532 248816

www.laterradellorso.it
La Terra dell'Orso - Ferrara e natura - Ferrara
desideriamo invitarti, dal 9 al 15 Maggio 2011, a visitare il Polo Scientifico Tecnologico dell’Università di Ferrara in occasione di:

Porte Aperte 2011 al Polo ScientificoTecnologico
dell’Università di FerraraFerrara

9-12 MAGGIO 2011 – PRELUDIO
Mostra Il Gioco e la Scienza

Planetario

AREA ESPOSITIVA GENERALE

13-15 MAGGIO 2011 – PORTE APERTE
Laboratori del Polo
Esperienza in Camera Anecoica
Esercitazione di Intelligenza Artificiale
Esperienza nel Lab. di Ingegneria Informatica

LINK UTILI www.laterradellorso.it
http://www.unife.it/porteaperte/pst/
PRENOTAZIONI & INFO

Volantino dell’iniziativa

Segreteria dell’Evento
Polo sct
Dott.ssa Paola Fabbri 0532 974280

Dott.ssa Laura De Marco 0532 974316
prenotazione online se disponibile

LTDO-EN Dott.ssa Liana Saiani 0532 248816
PRENOTA ORA LA TUA VISITA per non rischiare di perdere l’evento!
La prenotazione è fortemente consigliata in quanto ogni attività ha limiti massimi di disponibilità di posti.
Chi avrà prenotato avrà la certezza, salvo sospensione dell’attività per eventuali problemi tecnici, di poter accedere all’esperienza o alla visita direttamente all’orario stabilito. Compatibilmente con la disonibilitàdi posti sarà possibile prenotarsi anche in loco durante la stessa giornata di visita.

La Terra dell’Orso ed “e natura” partecipano attivamente a questa iniziativa con la

MOSTRA IL GIOCO E LA SCIENZA®

che sarà allestita durante tutta la settimana nella mitica sala studio Acquario

Non esitare a contattarci per qualsiasi necessità di supporto e per ogni eventuale dubbio, ma soprattutto per prenotare.

Cordiali saluti

Roberto e Liana
La Terra dell’Orso – e natura Ferrara

InterNosCon11

InterNosCon è partecipazione e gioco!
InterNosCon (INC) nasce per permettere agli appassionati di giochi e di design ludico di ritrovarsi giocando, scambiarsi esperienze e socializzare.

I Giochi di INC
Gli eventi di gioco che INC promuove si caratterizzano come un’interazione a metà strada tra l’improvvisazione teatrale e la scrittura creativa (alcuni li chiamano giochi di ruolo, altri giochi New Wave, altri ancora bomboloni alla crema… A noi va bene tutto, basta che si giochi).
Sono giochi che creano momenti di aggregazione e condivisione per creare storie compiute. I partecipanti possono esprimere la loro creatività e sensibilità personale, sperimentare emozioni e sentimenti e confrontarsi con i propri compagni di gioco.

I temi che si possono toccare sono vari: si può spaziare dalle commedie brillanti all’epica cavalleresca, dalle dissertazioni sulla Guerra fredda ai gialli contemporanei. Anche le modalità di interazione sono le più diverse: al tavolo o live, con dadi, carte, gettoni. Ogni gioco fa storia a sè e rappresenta una nuova scoperta e un’esperienza particolare e unica.

InterNosCon è a Bertinoro (FC) dal 29 aprile al 1 maggio 2011.

Il programma dettagliato lo trovate sul sito

http://www.internoscon.it/2011/index.cfm?action=programma

Festival del gioco

A Play 2011, con un unico biglietto potrete immergervi per un giorno nel mondo del gioco: centinaia di titoli da provare con i vostri amici e la vostra famiglia.

Oltre 15.000 mq allestiti verranno invasi da migliaia di giocatori e dai maggiori autori, editori e distributori di giochi italiani. Una manifestazione unica di cui non sarete spettatori ma protagonisti!

Iscriviti alla Pagina FaceBook di PLAY per rimanere sempre aggiornato sulle novità.

Tra le novità di quest’anno:
– gli orari di apertura: Sabato 9:00 19.30 e Domenica 9:00 19.00
– i percorsi di gioco: mini, MAXI e Kids, basati su età e disponibilità di tempo.

Festival del Gioco continua nella tradizione di ospitare personalità internazionali importanti per il mondo del Gioco. Oltre ai numerosissimi autori di giochi Italiani (tra cui ricordiamo Andrea Angiolino, Piero Cioni, Emanuele Ornella, Paolo Mori, Angelo Porazzi, Luca Giuliano e Leo Colovini) ospite d’onore dell’edizione 2011 Cephas Howard, autore ed ideatore della linea di giochi LEGO Games, L’autore inglese sarà presente allo stand LEGO Sabato dalle 13 alle 14 e dalle 18:30 alle 19:30 per domande degli appassionati. Domenica dalle 13:30 alle 14:30, sempre presso lo stand LEGO, parlerà delle novità editoriali e del futuro dei LEGO Games. Cephas sarà presente anche presso lo spazio dei “Creatori di divertimento” in maniera informale sabato mattina dalle 10 alle 12; sabato pomeriggio dalle 17:00 per un incontro dal titolo “LEGO and me: how to design a LEGO Game” http://www.play-modena.it/?eventi=lego-and-me-how-to-design-a-lego-game e domenica dalle 10 per un incontro dal titolo “Building your game” http://www.play-modena.it/?eventi=building-your-game Novità Editoriali PLAY come sempre è il momento migliore per le case editrici Italiane per presentare nuovi prodotti. Ecco l’elenco (senz’altro non esaustivo) di alcune novità che potrete trovare a PLAY: Festival del Gioco. Albe Pavo: MUNERA: Ars Dimicandi, demo Asterionpress: 7 Wonders e Tikal 2. La presentazione di “l’Urlo dell’Abisso” Giochiuniti: Il Signore degli Anelli LCG, Il trono di Spade LCG, Le Battaglie Di Westeros, Egizia e Water Lily. Giochi in Vendita: A la Victorie, La Battaglia di Austerlitz Giochix: Pamplona, De Vulgari Eloquentia, Rio della Plata Janus: Un Penny per i miei pensieriscacchi giapponesi Limana Umanita: War od Wonders NG International: alla presenza dell’autore Piero Cioni in demo l’espansioni Magestorm e Dakota. Magestorm e, n anteprima mondiale, Letters from White Chapel. Oliphante: Chabyrinthe, Bluff Party RedGlove: Airlane Europe, Galaxy Trucker, Pecore al Pascolo, Gold! e, in demo, Ristorante e Beppo der Rock Scribas: prototipo di 011 Saranno in oltre disponibili presso lo stand del TreEmme due copie (prototipo in versione quasi finita sia a livello di regole che di grafica) di Ankh Morpork, il nuovo gioco di Martin Wallace ambientato nel mondo Disco di Terry Pratchett, che uscirà ad Essen 2011. Tutti i dettagli su PLAY: Festival del Gioco li trovate sul sito http://www.play-modena.it

I giochi dei grandi

Il gioco che verrà

Carpi, Teatro comunale 24 novembre 2010

Programma

mattino

ore 9.00_13.00
saluti
Alessia Ferrari, assessore alle Politiche culturali del Comune di Carpi
Massimo Mezzetti, assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna
Rosaria Campioni, responsabile della Soprintendenza per i beni librari e documentari dell’IBC

interventi
Emilia Ficarelli, direttrice del Castello dei ragazzi
Il gioco, la lettura, l’arte: il percorso del Castello dei ragazzi

Giorgio Bartolucci, direttore del CIL (Centro Internazionale Ludoteche)
Il variegato panorama delle Ludoteche in Italia

Alice Lucot, direttrice di ALF (Association Ludotheques Françaises)
L’organizzazione istituzionale del servizio Ludoteche in Francia

Roberto Farnè, direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Università di Bologna
La ludoteca: per una pedagogia del gioco a sviluppo sostenibile

Marco Accordi Rickards, docente di Teoria e Critica delle Opere Multimediali e Interattive, Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Tor Vergata
L’Evoluzione del Videogioco: frontiere e problematiche odierne dell’Opera Multimediale Interattiva

Stefano Laffi, sociologo, Agenzia di ricerca sociale CODICI, Milano
Se prendi sul serio i ragazzi e i videogiochi

moderatore: Alessia Ferrari, assessore alle Politiche culturali

pomeriggio

Focus group 1
ore 14.30-18.00
Identità della Ludoteca e linee guida
conduttore Maria Carla Rizzolo, responsabile Centri di Cultura per il Gioco, ITER (Torino)
con Amilcare Acerbi, direttore di GioNa,
Giorgio Bartolucci, presidente di CIL,
Alice Lucot , presidente di ALF,
Paolo Calamita, referente gruppo ludoteche di Ali per Giocare

Focus group 2
ore 14.30-15.30 visita guidata alla mostra Nel labirinto dei videogiochi, a cura di AIOMI (Associazione Italiana Opere Multimediali Interattive)

ore 15.45-18.00
Have a good game
Videogiochi e intrattenimento digitale in Ludoteca
conduttore Roberto Farnè, direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Università di Bologna
con Marco Accordi Rickards, presidente AIOMI,
Enrico Gandolfi, ricercatore associato presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma e project manager di AIOMI,
Stefano Laffi, sociologo Agenzia di ricerca sociale CODICI, Milano

Nella giornata sarà possibile visitare il Castello dei ragazzi (Biblioteca ragazzi – Ludoteca – Teatro della luce)

Per l’iscrizione al convegno si prega di compilare l’apposito modulo da inviare via e-mail all’indirizzo ludoteca@carpidiem.it o via fax al numero 059/649987
La partecipazione al convegno è gratuita

In caso di superamento dei posti disponibili sarà privilegiato l’ordine di arrivo delle richieste di iscrizione

A richiesta, sarà rilasciato attestato di partecipazione info castello dei ragazzi palazzo dei pio 59, piazza Martiri 41012 Carpi (MO) tel. 059 649983/4/5 ludoteca@carpidiem.itwww.castellodeiragazzi.it

Modulo iscrizione al convegno

Programma del convegno in formato .pdf

Lucca comics&games 2010

• Lucca Comics – “La sezione dedicata al fumetto – spiega il responsabile Giovanni Russo – e al collezionismo propone quest’anno cinque mostre: tre personali e due collettive: Massimiliano Frezzato, Ausonia e Gary Frank, e le due collettive che vedono un omaggio all’era della produzione fumettistica americana underground e un’antologica su un paese in crescita dal punto di vista artistico: il Libano. Annunciamo anche il gradito ritorno di Disney che rientra con un importante spazio nel festival”. • Lucca Games – “Il mondo del gioco intelligente in ogni sua accezione – ha spiegato Emanuele Vietina – vede ospiti eccezionali come lo scrittore fantasy Terry Brooks, con milioni di copie vendute in tutto il mondo l’artista James Gurney, illustratore di grandissimo talento, autore anche della storia dietro il suo DIinotipia, libro best seller diventato film-tv nel 2004, oltre che una fortunata serie Cartoon; e il game designer Steve Perrin, di RuneQuest, gioco di ruolo tra i più famosi. Fra le novità Games 2010 i “Lucca OMI Award”: a fianco al Best of Show, l’ambito premio per i migliori giochi dell’anno, verrà inaugurato il premio per le migliori Opere Multimediali Interattive”. Presenti anche Marco Accordi e Raoul Carbone della AIOMI – Associazione Italiana Opere multimediali interattive che parteciperà attivamente all’assegnazione del premio. • Lucca Junior – “Tutta dedicata ai bambini con tante attività che coinvolgono anche le scuole del territorio – spiega Sarah Genovese – Lucca Junior ha come filo conduttore lo sport, in ogni sua forma, che interesserà anche il IV Concorso Internazionale per Illustratori e Fumettisti. Tra le altre novità di rilievo la collaborazione al progetto “Giovani e Alcol”, coordinato dalla Prefettura di Lucca e nato per sensibilizzare i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado sul delicato tema dell’alcolismo”. • Music & Comics – “La parte dedicata alla musica – sottolinea il responsabile Gianluca Del Carlo – vede grandi performance dal vivo, con ospiti come Cristina D’Avena ed Enzo Draghi oltre ad altri grandi artisti ancora top secret. Ci sarà poi uno spettacolo inedito che unisce musica e creatività grazie alla partecipazione di disegnatori come Palumbo, Gipi e musicisti come Toffolo dei 3 allegri ragazzi morti”. Confermata la presenza di Kodak che, anche quest’anno, coinvolgerà gli special Kodak reporter, scelti tra il pubblico della manifestazione, per un racconto unico e caleidoscopico del Festival, tramite lo Share ovvero il nuovo modo di condividere le proprie immagini, in maniera rapida e semplice, sulle piattaforme sociali più note del mondo web (Facebook, Flickr, Youtube). L’autore del Poster – Massimiliano Frezzato Torinese, classe 1967, inizia a pubblicare i suoi primi lavori a metà degli anni ’80. Nel 1989 vince il Premio Pierlambicchi a Prato. Nel 1990 realizza, su testi di Jerome Charyn, Margot. Dal 1994 al 1997, tiene un corso di fumetto e d’illustrazione editoriale presso l’Istituto Europeo di Design a Torino mentre, tra il 1998 e il 1999, insegna all’Accademia d’Arte Pictor di Torino. Nel 1996, pubblica il primo volume della saga I custodi del Maser: questo lavoro lo porta all’attenzione del grande pubblico e della critica e varrà la sua fortuna. La saga termina con il sesto volume edito nel 2005 ed è stata distribuita a livello planetario (USA, Francia, Germania, Spagna). In seguito, pubblica Tour de France: un disegnatore italiano nel paese dei fumetti, Bagatelle e una personalissima rivisitazione, in chiave erotica, di Pinocchio

Far Game a Bologna

Il programma di Far Game, in programma a Bologna venerdì 28 e sabato 29 maggio si sviluppa lungo due linee guida: quella teorica del convegno e quella ludica degli eventi speciali rivolti al grande pubblico.
Il convegno passerà in rassegna le tematiche più interessanti del dibattito attuale intorno al medium videoludico, ponendo l’accento sulle relazioni che esso intrattiene con i media tradizionali. La natura composita delle tavole rotonde arricchirà la discussione con l’apporto di molteplici prospettive: a condurre gli incontri saranno infatti docenti universitari e ricercatori di diversa formazione (economia, informatica, media studies, semiotica, sociologia), professionisti dell’industria major e indipendente, giornalisti di varie testate, intellettuali e personalità provenienti dal mondo della comunicazione, dell’editoria, del cinema. La relazione tra il videogioco e l’estetica cinematografica non poteva che essere centrale nel dibattito proposto dalla Cineteca di Bologna. È per questo che vari incontri avranno per protagoniste personalità afferenti al mondo del cinema: da Enrico Ghezzi, critico cinematografico e creatore di Blob e Fuori orario, a Marco Manetti dei Manetti Bros., registi de L’ispettore Coliandro, fino ad arrivare a Maurizio Memoli, character modeller partenopeo che ha lavorato a grandi produzioni videoludiche e cinematografiche (Avatar).
Intermedialità è una delle parole chiave del convegno proposto da Far Game. L’estetica videoludica supera infatti i confini di monitor e console e sconfina anche nella pubblicità: a parlarne sarà una professionista del settore, Annamaria Testa, che presenterà al pubblico alcuni risultati di questa contaminazione.
L’attuale scenario mediale si caratterizza per la sua vocazione alla convergenza e all’ibridazione. Da qui si partirà la mattina del 28, con un incontro in cui, accanto agli accademici, sarà presente lo scrittore Wu Ming 1 del collettivo bolognese autore del romanzo Q.
L’autorialità diffusa e la produzione “dal basso” saranno argomento dell’incontro successivo dedicato al fenomeno della produzione di contenuto da parte dell’utente (non-autorizzato come accade nelle community o istituzionalizzato come in LittleBigPlanet) a cui parteciperà tra gli altri Riccardo Luna, direttore del magazine Wired. Si darà spazio dunque anche a testi videoludici non tradizionali. E a giochi alternativi, come nel caso degli Alternate Reality Game, che usano il suolo urbano come playground, e dei Serious Game, che utilizzano il linguaggio dei videogiochi per educare e sensibilizzare l’utente rispetto a tematiche di particolare interesse sociale e culturale. In quest’ottica, è stato riservato uno spazio particolare ai Gender Studies e alla loro applicazione all’universo videoludico: due incontri saranno dedicati ad argomenti politicamente sensibili come la rappresentazione dell’omosessuale nei videogame e della donna (si confronterà su questo tema una tavola rotonda al femminile in cui compaiono, tra le altre, la docente Giovanna Cosenza e la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini).
In un convegno dedicato ai videogame non possono mancare momenti di approfondimento riservati alla produzione videoludica e alle frontiere tecnologiche che la riguardano. Discuteranno di sviluppo Oskari Häkkinen di Remedy Entertainment, software house di Alan Wake, e i creativi di Tale of Tales, studio indipendente di sviluppo, autore di The Path. L’incontro a cui parteciperanno Andrea Cuneo, Marketing Manager Sony, e Simona Portigliotti, Brand Manager Nintendo, sarà occasione per discutere del futuro delle interfacce di gioco.
Accanto al convegno, si terranno eventi di intrattenimento di sicuro impatto sul pubblico come la serata omaggio a Super Mario organizzata insieme a Nintendo e l’evento gastronomico Eat & Play con menù a base di piatti ispirati alle icone videoludiche (evento su prenotazione, consultare il programma sul sito).
Durante i due giorni, il pubblico potrà accedere liberamente e per tutta la durata del convegno al fondo dell’Archivio Videoludico e ad aree di gioco appositamente allestite con totem messi a disposizione dai publisher partner di Far Game.

Giochi di una volta

LudoTrasFormAzione: Gioco, metafora e Realtà.
Questo progetto nasce inizialmente come ricerca e riscoperta dei vecchi giocattoli della tradizione di varie parti del mondo, compresi quelli costruiti con materiale riciclato. Ci siamo proposti di sostenere e promuovere un gioco artigianale, ecosostenibile, equosolidale ed accessibile (nel caso di bambini diversamene abili) perché siamo convinti che giocare sia un diritto universale!
L’elaborazione del progetto e le nostre ricerche, grazie anche alle condivisioni, nei vari piani conoscitivi ed empirici sul gioco hanno permesso di affondare le radici del gioco unificando le sue Forme nel terreno comune della Metafora. Per questo motivo, d’ora in poi il progetto continuerà in questa direzione, a sostegno di un gioco come rappresentazione e TrasformAzione della Realtà che ci circonda.
La ricerca di collaboratori continua: Cerchiamo collaboratori per sviluppare il progetto e dare Forma alle varie tappe che lo comporranno, per cui chi volesse partecipare attivamente sarebbe consigliabile che ci informasse e chiarisse la posizione riguardo alla sua disponibilità e adesione al progetto. Chi intende restare un collaboratore occasionale circoscritto alla reltà virtuale è ovviamente parte integrante del progetto e fonte di scambio culturale, soprattutto perché crediamo che ogni cosa letta, condivisa e rielaborata entra comunque a far parte della Realtà. Lo scopo del progetto resta quello di riportare gli antichi giochi nelle piazze, nei cortili, nelle strade, rieducando al gioco di strada e alla sua poetica forza di tra(n)sFormazione. Non si tratta di organizzare eventi culturali ma di scendere in piazza, nei parchi e ovunque ci sia lo spazio per GIOCARE, creando nuovi spazi gioco mobili, grazie a realizzazione ed uso creativo di allestimenti artigianali smontabili. Vogliamo riappropriarci della cultura e della tradizione del gioco proponendo alternative alla noia, l’apatia, l’indolenza, al materialismo e al consumismo sfrenato!
Restiamo anche un gruppo per tutti coloro che conservano i loro giocattoli, che amano crearne di nuovi e/o collezionarne sia del proprio paese che di ogni altra parte del mondo, che da bambini amavano fare i “mercatini”. Riscopriamo il piacere di giocare e di creare giochi sia con materiali semplici che riciclati.
Giocattoli di ogni luogo, tempo e tipo di produzione. Condividiamo foto dei giocattoli a cui siamo affezionati, quelli di nostra creazione artigianale, quelli che vorremmo acquistare o vendere, le istruzioni per crearli. Possiamo approfondire argomenti pubblicando video, link, foto, articoli, pensieri su: Il giocattolo nelle favole, nell’arte e nella storia, nel cinema e nella letteratura.

http://www.facebook.com/home.php?#!/group.php?gid=250968224769