Dov’era, ma non com’era

Il restauro e il recupero del patrimonio edilizio di valore storico-architettonico:

strategie per una ricostruzione consapevole

MARTEDÌ 18 DICEMBRE ORE 10 | PALAZZO TASSONI ESTENSE

SEDE DELLA FACOLTÀ DI ARCHITETTURA, VIA DELLA GHIARA 36 | FERRARA

Il convegno, realizzato in collaborazione con la Piattaforma Costruzioni Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna, la Direzione Regionale Ministero Beni e Attività Culturali e l’Università di Ferrara – Facoltà di Architettura, sarà occasione per presentare in anteprima alcune tematiche che saranno affrontate  nella XX edizione della Fiera, in programma dal 20 al 23 marzo 2013 presso il quartiere fieristico di Ferrara.

I recenti eventi sismici che hanno scosso l’Emilia hanno profondamente colpito il suo patrimonio storico-monumentale. Superata la prima fase di emergenza, occorre ora pensare alla ricostruzione sia delle emergenze architettoniche, sia dei tessuti storici edilizi. E’ facile registrare come il dibattito si stia pericolosamente radicalizzando su due posizioni estreme: la ricostruzione mimetica del patrimonio perduto, ovvero il tanto invocato dov’era e com’era e, dall’altra, la sostituzione integrale con architettura contemporanea. La querelle non è certo nuova in quanto si è sempre riproposta all’indomani di tragedie simili. Occorre, invece, prendere atto che il tema è squisitamente di restauro architettonico – vale a dire di un particolare modo di fare architettura con finalità conservative – sia che si tratti di reintegrare parti perdute di un monumento significativo per la comunità, sia che si tratti di ricostruire parte dei tessuti urbani.

Moderatore

Carlo Amadori – capo progetto Restauro.

Interverranno, tra gli altri

Arch. Carla Di Francesco – Direttore Regionale BB.CC. Emilia-Romagna.

Prof. Marcello Balzani – Responsabile Scientifico del TekneHub, Tecnopolo dell’Università degli Studi di Ferrara, Piattaforma Costruzioni Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna.

Prof. Riccardo Dalla Negra – Professore Ordinario di Restauro Architettonico, Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara.

Al termine aperitivo a buffet

Ferrara aperta per restauro

Per quattro giorni, arte, ricerca, e tecnologia si danno appuntamento a Ferrara, mostrando quanto di meglio l’Italia sa fare in tema di restauro e di conservazione dei beni culturali e ambientali.

Una rassegna, Restauro, ricca di eventi, incontri, approfondimenti, cui la città estense dà il benvenuto aprendo musei, teatri, chiese e monumenti per una celebrazione della bellezza e della tutela.

  • Dal 24 al 27 marzo, in occasione delle giornate di fiera, l’ingresso sarà gratuito nei musei comunali, provinciali e statali di Ferrara. L’elenco dei musei che partecipano all’iniziativa, gli orari e tutti i dettagli, sono disponibili sul sito

http://www.salonedelrestauro.com

Inoltre, numerosi eventi allietano le serate dei visitatori di Restauro e degli stessi ferraresi:

  • mercoledi 24 marzo, giorno di apertura del Salone, presso il Teatro Comunale (C.so Martiri della Libertà 5) alle ore 21,30, ci sarà la proiezione straordinaria del film restaurato “Le Amiche”, di Michelangelo Antonioni. L’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti;

  • sempre mercoledi 24 marzo, Palazzo Schifanoia (via Scandiana 23) avrà un’apertura straordinaria serale, dalle 18,00 alle 23,00, con ingresso gratuito;

*********************

  • giovedi 25 marzo apertura straordinaria del Museo del Castello (L.go Castello), dalle 18 alle 23,00, ingresso gratuito;

  • giovedi 25 marzo apertura straordinaria anche del Museo Archeologico (Palazzo Ludovico il Moro via XX Settembre 122), dalle 18,00 alle 23,00 dove per gli ospiti intervenuti ci sarà anche un concerto del Coro di Santo Spirito; l’ingresso è gratuito;

  • in alternativa, sempre giovedi 25 la Sala Estense, (Piazza del Municipio) alle ore 21,00 ospita “La fragranza dei canti: la musica e i cibi di Pesaci (Pasqua ebraica)”, uno spettacolo di Enrico Fink (voce e flauto traverso) accompagnato da Marcella Carboni (arpa) e Stefano Batoli (sassofono); ingresso libero.

*************************

  • Venerdi 26, Palazzo dei Diamanti (C.so Porta Mare, 9) accoglie i visitatori con una apertura straordinaria serale alla mostra “Da Braque a Kandinsky a Chagall. Aimé Maeght e i suoi artisti”. L’ingresso è gratuito per i possessori di tessera o biglietto di Restauro – ore 19,00-23.00 (ingresso a pagamento per gli altri visitatori).

Sempre Palazzo dei Diamanti, durante tutti i giorni di fiera, offrirà l’ingresso ridotto a tutti i possessori di tessera o biglietto del Salone Restauro (orario di apertura: 9.00-19.00)

  • Venerdi 26 marzo Sala Estense, alle ore 21,00: iniziativa sull’umorismo nella rassegna “Dialoghi della città”, con Giacomo e Pietro Stefani; ingresso libero.

**************************

Sul sito http://www.salonedelrestauro.com è disponibile il programma completo delle iniziative.